Musica

George Harrison ha lanciato del succo d'arancia all'agente stampa dei Beatles per aver aggiunto più interviste al suo programma

Che Film Vedere?
 

George Harrison si è arrabbiato quando l'addetto stampa dei Beatles ha aggiunto altre interviste al suo programma. Gli lanciò del succo d'arancia per la frustrazione.

Quando George decise di unirsi ai Beatles, non avrebbe potuto immaginare che lui, John Lennon, Paul McCartney e Ringo Starr sarebbero diventati famosi a livello internazionale. Intorno al 1963 scoppiò la Beatlemania. Improvvisamente, i quattro ragazzi di Liverpool, che erano stati così poveri da avere le loro ragazze tenere i microfoni sui manici di scopa anni prima, furono catturati da un tornado.

Presto si rese conto che l'intensa fama che lui e la sua band avevano ricevuto era più di quanto si aspettasse e lo spaventava.

in che anno è nata Odell Beckham?
  George Harrison sul set di'A Hard Day's Night' in 1964.
George Harrison | Max Scheler – K&K/Redferns

George Harrison ha iniziato a stancarsi presto delle interviste

I Beatles non sono diventati famosi dall'oggi al domani. Hanno passato anni ad Amburgo, in Germania, esibendosi per gangster . Quindi, hanno affinato le loro capacità esecutive durante la loro residenza al Cavern Club di Liverpool.

Nel 1963 avevano ottenuto un contratto discografico e un manager, Brian Epstein. Hanno conquistato l'Inghilterra, poi l'Europa.

Secondo Joshua M. Greene Here Comes The Sun: Il viaggio spirituale e musicale di George Harrison , George si rese presto conto del prezzo che doveva pagare per essere una famosa rockstar.

'La fama lo ha fatto risaltare', ha scritto Greene. “Gli estranei affermavano di amarlo. La gente aveva cose da vendergli e favori da chiedere. Le ragazze gli hanno scritto delle loro fantasie.

Presto, la fama lo assillò. Oltre ai fan chiassosi, i giornalisti hanno guidato il mal di testa per George con le loro interviste. 'Gli uomini d'affari facevano penzolare schemi davanti a lui e i giornalisti chiedevano a gran voce di trasmettere ogni sua mossa', ha continuato Greene. ''Ci si abitua', ha detto George a un giornalista londinese, 'firmando autografi, salutando le persone'.

''È divertente', ha detto George a un giornalista televisivo di Manchester. “Vedi le tue foto e leggi articoli su George Harrison. . . ma in realtà non pensi: 'Oh, sono io. Eccomi sul giornale'. Sorrise e aggiunse: 'È proprio come se fosse una persona diversa''.

Tuttavia, George ha raccolto alcuni dei benefici della fama. Comprò macchine veloci e belle case. Tuttavia, nelle interviste, George ha affermato di essere ancora un 'uomo di uova e patatine'.

George si sentiva ancora infelice. In la sua memoria del 1980, io me mio , scrisse: '... nel mondo reale... non avevamo spazio... come le scimmie in uno zoo'.

IMPARENTATO: La moglie di George Harrison, Olivia, ha detto che suo marito non si è trattenuto nel dire cose al figlio Dhani

A George non piaceva che l'addetto stampa dei Beatles gli desse più interviste

I Beatles si sono esibiti davanti a mezzo milione di persone in 25 città nel loro tour di 32 giorni negli Stati Uniti nel 1964.

Greene ha scritto che la band è stata in tournée nel Regno Unito sette volte tra il 1961 e il 1965, di cui tre volte negli Stati Uniti, una in Europa e due in tutto il mondo. 'Hanno suonato più di millequattrocento date in discoteca, spesso fino a tre al giorno, oltre a cinquantatré programmi radiofonici, trentacinque programmi televisivi e una delle uscite discografiche più prolifiche ed estenuanti nella storia della musica pop', Greene ha scritto.

“ Il mondo di George divenne claustrofobico , ridotto ai confini di hotel e automobili, palchi e cabine di registrazione. In quelle rare occasioni in cui aveva un giorno libero, le imposizioni della fama lo seguivano a casa'.

Alla fine, George e il resto dei Beatles non potevano andare da nessuna parte o fare nulla. 'Per vedere un film con gli amici, ha dovuto affittare una sala di proiezione privata e organizzare arrivi e partenze come una manovra militare. Celebrità e VIP hanno insistito per vederlo, usurpando qualsiasi tempo personale avesse avuto. Giorgio si è ribellato».

George ha gridato all'aiuto stampa Derek Taylor che non avrebbe incontrato Shirley Temple. Tuttavia, Geoge non poteva sottrarsi alle interviste. 'Di solito George si è semplicemente arreso alla caricatura di se stesso rappresentata dai giornalisti e ha offerto rapide repliche e battute citabili', ha continuato Greene. ''Cosa fai quando sei rinchiuso nelle tue stanze tra uno spettacolo e l'altro?' 'Pattinaggio sul ghiaccio'.

“Era semplicemente il modo più veloce per togliersi di dosso i giornalisti. Spirito e ironia gli venivano naturalmente, ma a volte la preoccupazione incessante per ogni sua mossa lo mandava oltre il limite'.

quanti anni hanno i figli di jim boeheim?

Prima che i Beatles visitassero gli Stati Uniti, George era al limite del suo ingegno con le interviste e si rivolse all'addetto stampa dei Beatles, Brian Sommerville, per aver aggiunto altre interviste al suo programma.

George si arrabbiò così tanto che gettò del succo d'arancia in faccia a Sommerville. L'addetto stampa ha quindi inscatolato nell'orecchio di George.

IMPARENTATO: George Harrison amava quando le persone non lo riconoscevano in pubblico

Non è stata l'ultima volta che i Beatles hanno lanciato un drink in faccia a qualcuno

Sei mesi dopo, George ha lanciato da bere al fotografo della United Press International Robert Flora durante una serata al Whisky A Go Go.

cosa è successo a Julian di Fox 11 News?

Tuttavia, George non ha colpito Flora. Ha colpito l'attore Mamie Van Doren. Taylor aveva organizzato l'incontro del gruppo attore Jayne Mansfield , ma non è andata bene. In qualche modo, Mansfield, George, John e Ringo sono finiti nel famoso club.

'Qualcuno ci ha ingannato facendoci andare al Whisky A Go Go', ha ricordato George Antologia . “Ci sono voluti venti minuti per arrivare dalla porta al tavolo e all'istante sono scesi tutti i paparazzi di Hollywood.

'È stato un vero e proprio progetto di Jayne Mansfield avere delle foto con noi', ha detto George. “John ed io eravamo seduti ai suoi lati e lei aveva le mani sulle nostre gambe, vicino ai nostri inguini – almeno lo faceva sul mio.

“Un fotografo è venuto e ha cercato di fare una foto e gli ho lanciato il bicchiere d'acqua. Scattò una foto dell'acqua che esce dal bicchiere e inzuppa – accidentalmente – l'attrice Mamie Van Doren, che per caso stava passando.

“Siamo usciti di lì; era l'inferno. Abbiamo lasciato la città il giorno successivo e ricordo di essermi seduto sull'aereo, a leggere il giornale e c'era la foto di me che gettavo l'acqua'.

A George sarebbe piaciuta di più la sua fama se tutti avessero smesso di volere sempre un pezzo di lui.

IMPARENTATO: Pete Townshend ha aiutato Eric Clapton a corteggiare la prima moglie di George Harrison, Pattie Boyd