Divertimento

Lo zio Edoardo VIII, estraniato dalla regina Elisabetta, si alzò dal letto di morte per inchinarsi davanti a lei

Non tutti i fan reali lo ricordano regina Elisabetta non avrebbe mai dovuto diventare la regina. L'unico motivo per cui il monarca 93enne è nella sua posizione - oltre al destino, ovviamente - è perché suo zio, Edoardo VIII, si è innamorato della divorziata americana Wallis Simpson.

Il padre di Elisabetta, Albert (che in seguito divenne re Giorgio VI), era il secondo in linea di successione al trono come fratello minore di Edoardo. Ma a quel tempo, Edward è stato effettivamente bloccato dal sposare il suo interesse amoroso, che lo ha costretto a scegliere tra la famiglia reale e la donna che voleva sposare. Ha scelto l'amore abdicò al trono , e proprio così la regina Elisabetta divenne l'erede apparente quando suo padre fu incoronato re.

Tutto questo ha portato ad alcune interazioni familiari molto imbarazzanti. Cosa pensava veramente la regina Elisabetta di suo zio Edward e della sua decisione che cambiava la vita?



Duca e Duchessa di Windsor con la Regina Elisabetta

Duca e Duchessa di Windsor con la Regina Elisabetta | Keystone-France Gamma-Rapho tramite Getty Images

quando si è sposato Ben Roethlisberger?

Edoardo VIII è stato allontanato dalla sua famiglia dopo aver rinunciato al trono

Come puoi immaginare, la vita non è mai stata la stessa per Edoardo VIII dopo aver scelto di rinunciare alle sue responsabilità reali per una vita molto diversa. Lui e Simpson si sono trasferiti in Francia e raramente sono tornati in Inghilterra. Con pochi visitatori, non riuscivano a vedere la famiglia reale molto spesso.

Nel frattempo, il fratello minore di Edward fece un'impressione favorevole sui suoi sudditi fino alla sua morte improvvisa nel 1952. Improvvisamente, Elizabeth entrò nel ruolo che non avrebbe mai dovuto avere. Sarebbe diventata la monarca regnante più longevo nella storia britannica.

La regina Elisabetta ha visitato suo zio poco prima che morisse

Il duca di Windsor

Il duca di Windsor | Bettmann / Collaboratore per Getty Images

Ci sono prove che la regina Elisabetta è una persona che perdona, specialmente durante i momenti cruciali della vita. Un modo che sappiamo è che è andata a trovare suo zio Edward appena prima che morisse nel 1972.

da quanto tempo patrick e brittany stanno insieme?

Edward aveva sofferto di un peggioramento della salute per anni prima della sua morte a causa di un cancro alla gola. Anche se all'epoca non erano vicini, la regina e il principe Filippo insieme al principe Carlo si recarono in Francia per visitare il duca di Windsor poco prima della sua morte.

Si dice che la regina Elisabetta abbia visitato con lui privatamente durante quel viaggio. Anche se Edward non poteva più resistere per periodi prolungati, presumibilmente si alzò dal letto di morte per inchinarsi alla regina. Sarebbe stato un immenso segno di rispetto che Sua Maestà ha decisamente apprezzato.

La regina apparentemente non andava d'accordo con Wallis Simpson

Queen Elizabeth e Wallis Simpson

La regina Elisabetta e Wallis Simpson al funerale di Edoardo VIII | Bettmann / Collaboratore tramite Getty Images

Sebbene non avesse persistente animosità nei confronti di suo zio, la regina Elisabetta non era molto affezionata a sua moglie. Buon servizio di pulizia segnalato che la regina era 'seccata' con la duchessa di Windsor per tanti motivi. Potrebbe essere perché Simpson ha ispirato Edward a tradire la famiglia reale così profondamente? Non sapremo mai la risposta a questo.

Edoardo VIII morì 10 giorni dopo la visita della regina Elisabetta. E anche se all'epoca era estraneo alla sua famiglia, avrà sempre un ruolo importante nella storia britannica. Senza la sua scelta, non avremmo la regina Elisabetta o nessuno degli altri membri della famiglia reale che conosciamo e amiamo.

E chiaramente il suo ultimo inchino ha fatto una buona impressione anche sulla regina Elisabetta. 'So che la mia gente lo ricorderà sempre con gratitudine e grande affetto e che i suoi servizi a loro in pace e in guerra non saranno mai dimenticati', ha scritto in un telegramma dopo la sua morte.